La sostenibilità
secondo Lampo

Faccia a faccia con Gaetano Lanfranchi


Quali sono i principali passi che avete fatto verso la sostenibilità?

La nostra attenzione alla sostenibilità ambientale è innata, in passato aveva solo un nome diverso, ‘buon senso’. Da sempre, cediamo gli sfridi, le materozze e le lampo in metallo a operatori specializzati che le utilizzano come materia prima. Inoltre, negli ultimi anni abbiamo fatto investimenti che toccano ogni fase della nostra produzione, totalmente integrata e Made in Italy, tra i quali: la realizzazione di un impianto di galvanica che ha ridotto del 30% il consumo di acqua; il trattamento dei fumi secondo le BAT per emissioni conformi ai più alti standard ecologici; la ridefinizione dell’illuminazione con l’installazione di pannelli fotovoltaici nell’impianto di tessitura e il passaggio, dal neon al led, di tutti i corpi illuminanti delle nostre aziende. A breve prevediamo l’introduzione del fotovoltaico in tutte le nostre sedi. Gli edifici sono stati dotati di moderne tecnologie di coibentazione termica, minimizzando i consumi e le emissioni, gli impianti di riscaldamento aggiornati con caldaie a condensazione.

Qual è il vostro approccio nei confronti delle certificazioni eco?

Volontariamente abbiamo certificato i nostri prodotti Oeko-Tex Standard 100, classe I, la più restrittiva, dedicata all’abbigliamento per bambini, abbiamo aderito fin dall’inizio al protocollo DETOX di Greenpeace, per l’eliminazione delle sostanze nocive nell’abbigliamento, siamo certificati T&F per la tracciabilità della filiera nel fashion, abbiamo le certificazioni ISO 14001 e 45001 nel nostro stabilimento di tintoria e galvanica e, a breve, dovremmo ottenere la certificazione GRS per tutti i nostri nastri. Appare quindi evidente l’utilità di uno standard unico per il nostro settore.

In che modo comunicate le politiche ‘green’ aziendali?

Oltre ad un’area dedicata del sito web aziendale, utilizziamo i nostri canali social e la stampa di settore attraverso ADV e materiale dedicato. Stiamo facendo, inoltre, operazioni di co-marketing con le aziende che ci supportano nel processo di costruzione di una “Lampo sempre più green”.


© Nuova Libra Editrice

Codice Fiscale, Partita Iva e Registro Imprese di Bologna n. 02398900379