Parliamo di sostenibilità
con Tessitura Attilio Imperiali

Il work in progress green


Fin dal 1907 per Attilio Imperiali la sostenibilità si definisce nella creazione di un valore economico, sociale e ambientale nel lungo periodo, in grado di preservare l’identità aziendale – fortemente rappresentativa del Made in Italy e delle sue qualità come ingegno, creatività, artigianalità – e al contempo la realtà in cui è immersa, territoriale e globale. Valore generato concretamente da continue attività fra le quali l’utilizzo di materie prime sostenibili certificate, la redazione del proprio bilancio di sostenibilità, il sostegno a progetti di sartoria sociale e molte altre. Nella cornice di una produzione sempre più orientata alla sostenibilità, Tessitura Attilio Imperiali propone un’ampia rassegna di tessuti che si rivolgono alla moda sostenibile, a partire da due articoli di punta del suo ricco catalogo: art. 1004 Raso Imperiali e art. 3212 Tela Olona, utilizzando per la loro produzione seta biologica GOTS, viscosa EcoVero™, cotone riciclato e biologico. 

Il parterre si amplia quindi al Raso in Fibra di Bamboo, al Razmir in Seta Organica, al Drill Riciclato o al Panama Sostenibile, per citarne alcuni. Altri tessuti invece traggono ispirazione da filati innovativi ricavati da materiali fino ad oggi non ancora esplorati, in una continua evoluzione di un equilibrio unico tra eccellenza e sostenibilità in grado di determinare creazioni dall’inedito gusto estetico e dall’amplificata esperienza sensoriale. Il savoir-faire dell’azienda si mette così a disposizione di una nuova progettualità, forte di un’expertise consolidata e affermata da oltre un secolo, sotto lo slogan: “Ognuno di noi può fare la differenza”, esprimendo la propria creatività in totale libertà, per un mondo sostenibile.


© Nuova Libra Editrice

Codice Fiscale, Partita Iva e Registro Imprese di Bologna n. 02398900379