Moda e cinema: Centergross
fa sognare con Winter Melody

L’appuntamento annuale con le collezioni Pronto Moda Made in Italy Autunno/Inverno 2022.23


Si è svolta a Bologna lo scorso 17 Settembre una serata di spettacolo, moda e quest’anno anche cinema ambientata all’Arena del Sole, storico teatro nel cuore di Bologna. Winter Melody, la sfilata collettiva organizzata da Centergross, ha presentato al pubblico le collezioni Autunno/Inverno 2022.23 dei più prestigiosi brand del Pronto Moda all’italiana: Déjà vu Over, Gil Santucci, Imperial (con i suoi marchi bambino Please Kids, Dixie Girl e Imperial Kids), J.B4, Karl Mommoo Homme, Keyrà, Kikisix, Le Streghe, Nous, Souvenir, Sophia Curvy, Susy Mix, Susy Star e Takeshy Kurosawa. Una collettiva che abbracciando donna regular, donna curvy, uomo e per la prima volta, novità di questa edizione, anche bambino, mostra l’ampio mondo delle aziende che operano a Centergross, il più grande e importante polo europeo del Pronto Moda Made in Italy.

Giunto alla quarta edizione, Winter Melody è dunque un evento corale delle aziende per presentare le loro collezioni, espresse tramite il linguaggio e la grammatica delle grandi sfilate e un’orchestrazione esperta che comunica in maniera affascinante e concreta la moda Made in Bologna, che ambisce a confermare il titolo di capitale del Pronto Moda Made in Italy. “Winter Melody è l’evento che in nome della moda ci unisce tutti, operatori e aziende del Centergross, Istituzioni, che ringrazio per il prezioso e imprescindibile supporto, addetti ai lavori, giornalisti, imprenditori e un pubblico che ogni anno ci segue con grande entusiasmo – ha affermato Piero Scandellari, Presidente di Centergross –. La manifestazione cresce ogni anno a dimostrazione di una formula che contribuisce a mostrare a tutto il mondo ciò che le nostre aziende sanno fare con maestria, ricerca, stile e grande professionalità. L’obiettivo è non solo consolidare quanto fatto sino ad oggi ma allargare sempre il nostro raggio di azione laddove ci sono ampie potenzialità, mercati in cui il Made in Italy di Centergross viene apprezzato e valorizzato”.

Filo conduttore di questa edizione di Winter Melody è stato il cinema, il cui linguaggio, da sempre, cammina di pari passo con la moda influenzando il grande pubblico. “Scegliere il cinema, con i suoi tanti generi come elemento caratterizzante per raccontare nella sfilata le tendenze del prossimo Autunno/Inverno, è stato immediato perché il cinema, le serie televisive e tutto quello che in questo momento è audiovisivo sta fortemente influenzando le tendenze della moda e gli approcci all’acquisto dei consumatori – ha raccontato Roberto Corbelli, art director di Winter Melody”.

Generi, stili e tendenze raccolti ed elaborati dal team di Zoom on Fashion Trends e Superzoom, partner di questa edizione, che nello specifico ha anche prodotto due webinar, uno sui trend suggeriti dal mondo del cinema curato da Emilia Minichiello ed uno sulle serie televisive messo a punto da Marta Martina. “Siamo davvero felici di contribuire, con le ricerche curate dalla nostra redazione, all’importante processo di sviluppo che il Centergross sta compiendo per affrontare al meglio le sfide che i nuovi scenari del fashion internazionale pongono a tutti noi. A maggior ragione, essendo noi stessi di Bologna, proviamo profondo orgoglio nell’affiancare il distretto principe del pronto moda all’italiana durante questo percorso teso al successo – ha dichiarato Nicola Dallari editore delle testate”. Eleonora Di Miele, già alla conduzione nella location del Pincio lo scorso anno, ha presentato la serata divisa in più blocchi di tendenze, intervallati da altrettanti momenti musicali in cui si sono esibiti il sassofonista Andrea Poltronieri, il trombettista Pasquale Paterra e Matteo Geminiani con la sua chitarra. 

Un evento animato da entusiasmo che attesta quanto il tessuto imprenditoriale del Pronto Moda Made in Centergross sia una realtà consolidata che occupa una considerevole quota di mercato, proponendo collezioni ad alto tasso di creatività e a prezzi competitivi, un affidabile player di caratura internazionale che dimostra quanto sia efficace fare rete tra piccole e medie imprese. Il network dei brand che gravitano sotto l’egida del Centergross non può dunque che crescere ed essere sempre più appetibile con la forza collettiva. D’altra parte, Bologna è storicamente vocata alla moda. Prima fu città delle acque, era infatti fin dal Rinascimento un riconosciuto polo di produzione e commercializzazione della seta. Più recentemente ha visto nascere tendenze legate alle culture giovanili e correnti musicali di avanguardia. Tutt’ora vanta aziende di caratura internazionale e produzioni eccellenti che hanno reagito molto bene anche al post-pandemia, per alcune il 2021 è stato addirittura superiore al 2019. Il Polo moda ha poi avviato una strategia di diversificazione dei mercati e di internazionalizzazione, attivando importanti missioni all’estero, le ultime a Parigi e a Toronto.

Altra novità di questa edizione è stata la presentazione del docufilm Bologna: arte, moda e cultura, un emozionante racconto, omaggio al passato e al presente che lega Bologna alla moda e all’industria, attraverso le testimonianze di alcuni tra i più autorevoli storici e addetti ai lavori del territorio. Prodotto da Centergross Bologna, con il patrocinio di Città Metropolitana di Bologna, Comune di Bologna, Regione Emilia-Romagna, Bologna Welcome, e grazie a Collezioni Comunali d’Arte, Museo del Patrimonio Industriale|Settore Musei Civici Bologna, Biblioteca Comunale dell’Archiginnasio, Opificio delle Acque e Canali di Bologna, CNA, Confcommercio, ideato da Roberto Corbelli con la regia di Alex Leardini, vuole promuovere in Italia e all’estero l’immagine di Bologna e di Centergross nel ruolo di protagonista del Polo Internazionale del Pronto Moda Made in Italy, e far conoscere il rapporto che lega la moda e il capoluogo emiliano, leader nella produzione della seta sin dal XV secolo. “Questo docufilm sancisce che Bologna è il territorio dove la moda è nata tanti anni fa e in cui ne sono rimaste le competenze, i valori e le maestranze che negli anni ’70 hanno fondato Centergross – aggiunge Riccardo Collina, Phygital Export Manager Centergross -. Questo Polo è un progetto di marketing territoriale vincente per tutto, tutte e tutti”. Qualche cifra: Centergross si estende su 1 milione di mq di superficie dove hanno sede 700 aziende, di cui oltre 400 produttrici di moda, il cui fatturato si aggira sui 5 miliardi di euro l’anno e conta circa 6.000 dipendenti oltre l’indotto. Tutto questo da 45 anni perché era il 1977 quando questo distretto aprì ufficialmente i battenti.

L’evento Winter Melody è stato realizzato da Centergross Bologna con il patrocinio di Città Metropolitana di Bologna, Comune di Bologna, Regione Emilia-Romagna, CNA Federmoda, ITA Italian Trade Agency, Comune di Argelato, Confcommercio Imprese per l’Italia – Ascom città Metropolitana di Bologna, Camera di Commercio di Bologna, Confindustria Area Centro, Fondazione ANT, Bologna Welcome, Bologna Estate, #BolognaFashion. Con il sostegno di Intesa San Paolo, Allianz Bank, Paolo Delfini, AON, Zini Elio, Borelli Orlando, D’Amora Trasporti, Mani di Fata. Partner tecnici: Best Color, Balmain Paris, Paolo Crepaldi hair stylist, Globe Theatre, Sensi, Scuderia Corse Bologna, Studio Fotografico, Next Fashion School. Media partner: Flipup e Superzoom the other side of fashion.


© Nuova Libra Editrice

Codice Fiscale, Partita Iva e Registro Imprese di Bologna n. 02398900379