Sculpture by the Sea

Tra le opere c’è Seabilia realizzata con tessuto Sitip


Esposta a ’Sculpture by the Sea’, l’evento di land art che ogni anno anima la costa di Sydney, ‘Seabilia’, l’ultima opera di Elena Redaelli realizzata con tessuto di scarto della produzione Sitip. Creazione che richiama l’attenzione all’ambiente e alla sua fragilità di fronte all’azione dell’uomo, ‘Seabilia’ vuole rappresentare un rimando a quanto prezioso ma delicato sia questo equilibrio e di come l’uomo debba crescere consapevole delle proprie azioni, prima che gli effetti diventino irreversibili.

Nell’idea creativa dell’artista, la genesi di ‘Seabilia’ nasce nelle profondità dell’oceano dove piccole creature popolano le aree più buie e meno esplorate del pianeta: un luogo in cui il ritmo della vita degli abitanti è scandito dal silenzio e dalla mancanza di luce, mentre onde e maree animano la superficie. La vita di un ambiente così vasto e imponente come l’oceano risente ogni giorno delle azioni che l’essere umano compie e che ne sconvolge poco a poco il delicato equilibrio. L’attenzione per la sostenibilità del Gruppo Sitip, declinata nella sfera economica, sociale ed ambientale, costituisce l’elemento che guida le scelte strategiche dell’azienda e delle sue consociate. Sono infatti queste decisioni che da anni hanno portato a raggiungere diversi traguardi che testimoniano un costante impegno per la crescita del gruppo e per far prosperare con esso il territorio e le realtà che lo circondano. Il frutto di questo lavoro lo si può riscontrare su diversi livelli dell’attività aziendale, tutti testimoniati nel Bilancio di Sostenibilità pubblicato nel 2023 (in riferimento all’anno 2022) nel quale il Gruppo mostra il proprio percorso verso una realtà che vuole essere a trecentosessanta gradi più sostenibile.

Tra alcuni dei risultati ottenuti nel corso del 2022, il Gruppo Sitip è stato in grado di ridurre il proprio impatto ambientale portando a -22% le emissioni di CO2 prodotte rispetto al 2021, acquistando il 30% in più di materia prima riciclata rispetto all’anno precedente e investendo nell’empowerment dei propri dipendenti attraverso 6.072 ore di formazione complessive. A questi si aggiungono i nuovi traguardi raggiunti, dalla certificazione ISO 50001 all’adesione ufficiale all’UN Global Compact. Altre certificazioni, come la SA 8000, ovvero la Certificazione Etica di Responsabilità Sociale e la ISO 14064 Carbon Footprint, costituiscono invece l’obiettivo del Gruppo per il 2023, segno di un impegno inesauribile per una produzione sempre più sostenibile.


© Nuova Libra Editrice

Codice Fiscale, Partita Iva e Registro Imprese di Bologna n. 02398900379